Mura di Dubrovnik

Le mura di Dubrovnik sono il simbolo della città e l'emblema dell'antica Repubblica di Ragusa. La costruzione, risalente al XV secolo, ha segnato un prima e un dopo nella storia di Dubrovnik.

Il simbolo indiscusso di Dubrovnik sono i due chilometri di mura che circondano e proteggono la città sin dalla sua edificazione, avvenuta nel XIII secolo. Sebbene nel VII secolo esistessero già fortificazioni situate sulle sponde dell'Adriatico, fu solo a metà del XIII secolo che si cominciò a erigere la cinta muraria che avrebbe poi protetto la città dagli attacchi esterni.

Durante l'epoca della Repubblica di Ragusa, la rivalità della nazione con altre potenze del Mediteranno ha portato alla necessità di edificare una struttura difensiva ancora più insidiosa. Fra il XIV e il XV secolo si costruirono le mura, dotate di 16 baluardi, un grande fossato, 4 fortezze e 120 cannoni.

Si tratta dell'unica città al mondo a vantare delle mura di queste dimensioni in perfetto stato di conservazione. Proprio per questo motivo, nel 1970 l'Unesco ha attribuito alle mura e al centro storico di Dubrovnik il titolo di Patrimonio dell'Umanità.

Un simbolo di resistenza

La Perla dell'Adriatico deve il suo nome, in parte, alle mura di pietra bianca che circondano la città e l'hanno protetta dagli attacchi di veneziani, bizantini e austroungarici. Le mura di Dubrovnik sono senza dubbio un simbolo di resistenza e libertà, uno dei tratti distintivi della storia della città croata. Non a caso, nessun esercito è mai riuscito a espugnare Dubrovnik, almeno fino all'arrivo di Napoleone.

Sebbene siano state sottoposte a diversi interventi di riparazione, le mura di Dubrovnik hanno svolto la loro funzione alla perfezione, facendo così di Dubrovnik una città inespugnabile. L'ultimo attacco subito fu durante la Guerra d'Indipendenza Croata del 1991, durante il quale le truppe serbe e montenegrine assediarono la città e bombardarono il centro storico. Tuttavia, anche in quest'occasione le mura resistettero.

Alla scoperta delle mura

Visitare le mura di Dubrovnik è il modo migliore per apprezzarne la maestosità e osservare da vicino le quattro grandi fortezze: Revelin (vicino alla Porta di Ploče), San Giovanni (la più antica, situata nei pressi del Porto Vecchio), Minčeta (il punto più alto di tutte le mura) e Bokar (di fronte al forte Lovrijenac).

Inoltre, nel corso della visita delle mura avrete modo di godere di una vista incredibile sui monumenti principali della città: Stradun, il Forte Lovrijenac, il monastero domenicano, la fontana di Onofrio e la Piazza Luža.

Inoltre, è interessante notare la differenza fra i vecchi tetti, ovvero quelli sopravvissuti ai bombardamenti del 1991, e quelli più recenti, ovvero quelli ricostruiti dopo la guerra.

Una visita imprescindibile

Sebbene il biglietto per le mura di Dubrovnik sia caro, vale la pena destinare due ore del nostro viaggio alla visita di questo gioiello medievale divenuto emblema della città. Vi raccomandiamo di visitare le mura il primo giorno del vostro soggiorno, in modo tale da poter usufruire di una visuale unica sulla città e contemplare dall'alto i monumenti più importanti di Dubrovnik.

La miglior vista delle mura nel loro complesso è senza dubbio quella della funicolare di Dubrovnik.

Un'informazione utile

I biglietti per le mura di Dubrovnik vi permetteranno di accedere anche al Forte Lovrijenac nei tre giorni successivi all'acquisto dei biglietti.

Orario

Da novembre a marzo: dalle 08:00 alle 17:30.
Aprile, maggio e settembre: dalle 08:00 alle 18:30.
Giugno e luglio: dalle 08:00 alle 19:30.
Agosto: dalle 08:00 alle 19:00.
Ottobre: dalle 08:00 alle 17:30.

Prezzo

Biglietto generale: 15 (16,30US$)
Minori di 7 anni: ingresso gratuito.
Il biglietto è valido anche per il Forte Lovrijenac.